Foto di poetella (foto dal web)

Canto inni

dall’antifonario miniato di questi miei giorni

 

[la sua pagina più bella

lapislazzuli e rossi e oro]

 

canto inni a quel nostro noi

di luce lucente rilucente di smalti

e perle

incorniciato nell’argento dei sì

sì, sì, sempre sì. Solo sì

quel nostro noi

che siamo noi e saremo noi

anche quando

anche dopo che

anche strappata la pagina

scolorito l’inchiostro che adesso brilla

sbriciolata l’essenza della storia

anche quando

anche se

sempre noi. Canterò

 

questo destino generoso

che ha scritto e riscritto

ghirigori di sogni

segnalibro i tuoi occhi

su questa mia vita. Stupefatta e ardente

esplosione di stelle.

 

Fuori del buio, prima di te.

(by poetella)

 

 

Mahler- Adagietto della V sinfonia