Foto di poetella

(foto di poetella)

 

 

 

Immenso traslucido

trasecolato, tragicamente incline

a svanire in chiarore che s’affretta

                               [tra poco spegneranno i fanali]

s’affretta

come donna, per strada, di notte

 

s’affretta e buca di rosso la sciarpa di luce

ad est dei miei passi

 

                                  – ad ovest si trascina la notte –

buca di rosso e sbava di lilla, di grigio

                            micro granuli d’aria fremente

 

Immenso azzurro traslucido

trasecolato, tragicamente incline

a svanire in giorno fatto, generoso di ombre

E le macchine scorrono

due palmi

sotto

il mio sguardo

in picchiata verso

                            gioia e dolore

.

Un flusso di vite come vento straniero

nelle gole del canyon

 

                                Guardo le cime dei larici, dei pini, dei cedri

                                Figurine di carta/ombre cinesi/ lanterna magica

                                Agitate, in nero, sovrastano.

 

Immenso azzurro traslucido,

trasecolato e io serena che bevo l’incedere

altero

[affidato alla  luce]

d’un ignoto  destino

suonando muta e vagante le ore

                              Bizzarra tastiera

questi nuovi miei giorni

 

E aspettiamo che…

(by poetella)

 

-Monteverdi-Toccata-Orfeo.