Foto di poetella

(foto di poetella)

 

Che sarei io

senza il mantello di dolore rosso

di quest’assenza

che sarei senza spremitura di

mio fondo centro

grappolo d’ore illuminate

stilla a stilla succo di cosa

viva

 

viva del tuo essere e mancare ed esserci

viva del sapere che

come la notte che entra e

persiste

persiste ed esiste fino a

Notte sempre messaggera del

[non ostante]

giorno chiaro. Inno all’eterno

ancora e di nuovo e ancora

 

viva del sapere che tu

 

che noi, a volte noi. Noi, intonato canto

(by poetella)

 

 

Ascolta poetella

 

 

 

 

.