.

.

.

M’occorre un  gesto

per fermare la chiocciola  delle ore

Un gesto che sveli

che sleghi

che riporti indietro e benedica

che salvi per sempre

per sempre imprima e conservi

 

Un gesto o una parola

 

M’occorre una luce cento luci mille luci

da raccogliere negli occhi

da tenere nelle braccia come un fascio di peonie

come un dono. Per te

 

Gentile dono da incartare

con la carta trasparente o rossa o d’oro

a trovarlo

da incartare col sorriso che m’adorna

se ti penso

 

E ti penso, lo sai, ti penso

 

ché il pensarti manda colori

schiarisce

sfoltisce la nebbia

E morbido morbido la ricrea

 

Mi ci nascondo adesso

Una perlina nel velluto rosso

Eccomi

 

coi miei  fragori di memoria del mare

 

col mio brillare d’anima/ madreperla

con le tempeste e le onde

e la calma

la calma ché nessun mare ha più calma

della calma del mio sulle tue sponde

 

Eccomi adesso a dirti prendi.

Prendimi.

 

Non ho altro che me da regalare. È tuo.

 

Con gentilezza, tienimi quanto vuoi

(by poetella)

 

 

Ascolta poetella

 

 

.

 (Auguri, mio caro!)

Annunci