(foto di poetella)

 

Ti lascerei andare da un podere all’altro

dei miei scellerati sogni. Ti darei le chiavi

la mappa per cercare il tesoro.

 

Permettimi adesso di tessere le trame

trasparenti

dei tuoi desideri

in questa primavera molle e dolcissima

Permettimi di filare damaschi broccati fiandre

d’inganni e giocare

 

E avvolgerti d’incanti

di promesse

d’improbabili speranze.

E d’addii.

 

Addio. Addio. Parola d’acqua, non trovi?

Di sale

 

Parola d’infinita memoria

Di struggente solitario eterno

sognare. E ricordare.

 

E un poco morirne tra oggi e domani. E poi, e poi.

(by poetella)

 

 

 

Ascolta poetella

 

 

 

.

 

 

Annunci