Tag

,

(foto di poetella)

 

Ma tu, tu

– anche se –

tu, per quella parete

di gelsomino in fiore

[visto? Mai fiorito così]

che mi sale davanti

come il monte Ararat

 

e per le rose

superbe, sprigionate rose

che schiamazzano colori e odori

nel meccanismo accelerato di questa mia

imbizzarrita primavera

per come batte il suo cuore

 di ragazza che va sposa

per come è grosso il suo fiato

di primule e malva e margherite

e già papaveri e spighe e acacie

tu, per questo

per tutto questo scellerato canto

fabbrica di bellezza

per tutto questo, tu

 

e per i voli, le grida che finiranno

ma ora no, pilotano la gioia

 

tu giurami, giurami, giurami

che mai

mai finirà questo mio amarti

 

festoso e gentile e terribile e scapestrato. Mai.

(by poetella)

 

 

 

Ascolta poetella

 

 

 

.