(foto di poetella)

 

Non dirò che il cielo

sembrava un foglio azzurro

slargato sui miei passi del ritorno

e ci avrei scritto, ci avrei scritto di noi

se tutte le parole non fossero rimaste

incollate

al tuo cuscino bianco coi fiori ricamati

 

se tutte le frasi i pensieri i sussulti gli abbagli

non fossero rimasti nelle tua mani a conca

nel tuo sorriso d’Orfeo che canta

che culla fa piangere sospirare tremare

e splendere me

 

padrona del mondo

tra quelle tue braccia d’eroe dell’amore.

 

Ma questo lo scrivo in cielo, adesso che è

notte lo scrivo che leggano le stelle

 

sei il puntello del mio universo di gioia. Tu.

(by poetella)

ascolta poetella

.