(foto di poetella)

 

Ascolta poetella    

 

 

 

 

In balcone, stamattina, innaffiavo la salvia

il basilico, tra i gerani e le begonie e quell’altra pianta

che mica mi ricordo come si chiama

ma non serve no?e loro, tremolanti

al venticello leggero

che finalmente soffiava un po’

mi mandavano su un tale canto!

Laudi di profumo e gratitudine

 

che, l’immagini, no? Ho pensato immediatamente

ma proprio immediatamente a te

alla tua lavanda

alla menta e al timo

e a tutta quell’orchestra che dirigi alla grande

nel tuo teatro campestre

 

mentre, ogni tanto

ogni tanto vero? Pensi a me

e sorridi…

(by poetella)

 

 

 

.