Ascolta poetella  

 

 

Ti confesso che ho provato, sai?

ho provato guardando quella riga di lacrima

lasciata da Giotto

per tutti noi

ho provato mentre coni bianchi s’inclinavano

un po’ di qua un po’ di là

sotto stendardi rossi svolazzanti da

più di cinquecento anni luce

e un cielo         un cielo!

Sarà stato quel cielo?

Non so, ma ho provato. Credimi

 

Ho provato mentre mi si asciugava

mi si prosciugava l’anima

al sole feroce di Venezia

che non ci sarebbero state mai più lacrime nel mondo

mai più. Tutto evaporato  riarso secco

e quindi ho provato, ci devi credere

Ho provato anche tra i damaschi ed i Bukhara antichi

ed i Senneh e i Malayer

in quel buio verde cupo

in quel frusciare di spiriti

e l’elica dell’eroico su in alto

e quel cavallo nero che aspettava il ritorno

chissà, della dea? Forse.

 

Ed io ci ho provato ma

quando ho visto l’azzurro

quell’azzurro del lago che s’ingoiava tutta la bellezza del mondo

ecco

come potevo fare a non pensare a te?

Me lo dici?

(by poetella)

(questa è di poetella)

 

 

 

.