Tag

, , ,

SAM_0397_1(foto di poetella)

 

 

Se ne stava incastrata tra quelle facce stanche

brutt’affare la metro di sera!

quelle mani abbandonate in grembo

e i piedi allineati

tutti in fila tutti smorti nelle scarpe di polvere

e fatica

tutti rincattucciati a lasciare spazio

spazio le serviva o forse no

che il pensiero, si sa

Mettiamo via dai, lasciamoli in tasca

quella interna al cappotto

calda segreta

tutti quei momenti

beata te che ti ricordi la voce

beata te che ti ricordi la luce

quel guizzo da monello negli occhi

e quel tremore

mentre dice Nessuna mai, nessuna mai come te!

 

E fuori, poi, nella notte

uno spicchio di luna che sembrava un sorriso

(by poetella)

 

 

 

Chopin – Nocturne n°1in B op32

 

 

 

 

.

Annunci