questa mi piace proprio…
L’adotto!

gusci di noce - blog di poesia (di Sergio Pasquandrea)

Si scrive sempre per schivare il colpo
(è un modo come un altro) in fondo
quanta bellezza si può sopportare
prima che le costole cedano?
È per questo che le poesie parlano sempre
d’altro: sono traiettorie evitate.
Pensa – sostenere tutto da solo
la curva dei tuoi malleoli.
Così almeno ho assorbito solo parte
dell’urto: e già mi basta per tremare.

(Nell’immagine: George Bellows, “Dempsey and Firpo”, 1924)

View original post

Annunci