20131012_164205(foto di poetella)

 

 

Qui la voce di poetella

 

 

 

Ehi, qui ci si comincia a chiedere troppo.

Inutile questo respirone grosso, questo dire  via!

Ce la possiamo fare.

Siamo forti, noi. Noi chi? Parla per te.

 

Qualcuno

mi porti un pezzettino di cielo, che mi ci possa sdraiare

Mica tanto, cinque minuti, sei. Sette.

Un’oretta.

Che possa prendere fiato.

Che possa stare occhi in su a guardare le nuvole

che passano

come passa la fatica, come passa il dolore. Coma passa la febbre.

E la paura.

 

Che poi, anche gli occhi, che stanchezza!

Stare a guardare sempre il nero affatica parecchio.

E datemi un po’ d’azzurro, prego!
non lo merito, forse?

 

Via, premiamo il bottoncino dello standby.

Dammi una mano tu, che sai dov’è.

 

E fluttuiamo un po’ nell’azzurro. Dimmi quando.  Aspetto.

(by poetella)

 

 

 

 

.