Tag

, , , ,

09SPcy0120(foto dal web, che allora non facevo foto)

.

.
Stavo ricordando di una mattina
tanti, tantissimi anni fa, che ho attraversato passo Giau
con la macchina, non ricordo che macchina fosse,
ma non è importante, no?e quell’emozione davanti alla vastità
alle punte rosate dei monti

era prestissimo e non c’era nessuno

a quel silenzio. Anche la macchina scivolava placida
e, non so, m’è sembrato allora, ricordo, un paesaggio da dinosauri
da primo giorno del mondo. O secondo, al massimo.
Con tutto quel silenzio. Quale silenzio doveva trattenerla la terra
avvinghiata a se stessa in quelle ere lontane?
Che quiete sovrumana o che gorgoglii, che note, che canti nel cielo
che gridi e suoni di bestie sommamente più consoni al tutto.
E magari, il vento.

Eppure quella immota meraviglia pareva fosse davvero
rimasta ferma a quel tempo ed io con lei.
E lo so perché m’è tornata in mente
stamattina. Lo so

Ma non mi va di dirlo. Mica serve.


(by poetella)

 

Shostakovich – Piano Concerto No 2 Op. 102, II. Andante

.

.

.