Tag

, , , ,

10447849_10204293358846391_571934253185134100_n(foto di poetella)

.

 
Me ne stavo al confino in balcone.
buttato giù di corsa il pranzo (pranzo?)
e fuori. Scappata.
Via da quel rumore di denti
catene di fantasma a triturare fette di pane
tostato (due volte) quel rumore di lingua
che impasta viscida e rivolta succhi
e sapori. Carne e funghi.
Vedevo funghi che popolavano la casa
la sommergevano la invadevano
la invischiavano
la soffocavano umidi e lucidi e parassiti.

Me ne stavo al confino in balcone
con una sigaretta
sola, guardiana del faro spento.
L’aria era mite. Sembrava parlasse.
Ma non c’era paesaggio sconosciuto da esplorare.
Passava lieve lieve una suorina nel parco
di sotto.
Facile pregasse il suo Signore
che supponeva l’ascoltasse. Suppongo.

Io, il mio, che lo prego a fare?
Non mi ascolta più.

Sebbene, adesso, gli chiederei questo: ti legge
versi, lei, dopo aver fatto l’amore?
E tu, tu ne componi, mentre?

E dimmi, ancora, che suono resta nella tua

casa, quando lei va via?


(by poetella)
.