Tag

, , , , ,

1939716_10204298954426277_7069653128657534494_n(foto di poetella)

.
Che poi non è questo. Non è questo amore mio.
Non è la perdita, la fine. Quella era già scritta. Da sempre. Tutto finisce. Niente è per sempre. Anzi, troppo era già… no, troppo no. Troppo, mai.
Non è la perdita. È l’intollerabile crepa nell’immagine. La mia immagine. Che prima splendeva di luce propria.
Dico, e ora? Sono ancora lucente? Ancora l’isola felice? Ancora la nuvola, il gabbiano libero, ai tuoi occhi?
Non lo so più.
Né me lo dici. Taci.
Certo, si tratta di perseverare, di tenere duro, di non farsi tentare dalla fuga nelle parole, ci so fare con le parole io, lo sai. Sarebbe facile. No, niente domande, niente richieste. Niente suppliche.
Le suppliche.
Bella conquista, cara mia, tu che prima, anni fa, prima di lui, andavi elemosinando, assediavi, bombardavi di dimmi, dammi, ascoltami, chiamami, cercami. Tu che prima di lui eri una piagnucolosa che cercava di intenerire, di commuovere, di convincere. Ma che vuoi convincere?
O è o non è.
Guarda come sei riuscita ad incapsularti in un rigore quasi altero, in un silenzio che sbandiera autonomia, o per lo meno accettazione. Niente piedi pestati, niente strepiti. Niente capricci. Con lui.
Bella forza.
No, dico, bella dimostrazione di forza. Brava!

E se l’immagine s’è inquinata ai tuoi occhi, ai miei occhi la mia immagine splende.
Anche questo, amore mio, grazie a te. Anche se fuori c’è la nebbia.

Ecco.


(by poetella)
Monteverdi – Toccata – Orfeo
.