Tag

, , ,

luna_bosco_notte(foto dal web)

.
Quel giorno che il bosco
ammutolito. Immobilizzato. Niente più, neanche un fruscio. Possibile? Quel giorno che tutta una nebbia forte, improvvisa, un’ombra diffusa. L’aria che si raffreddava velocemente. Come si fosse lasciata aperta la porta dell’Ade e da lì, spifferi. Gelo.

Quel giorno che le felci, i mirtilli, le fragole, tutto ingoiato dall’ombra. L’Angelo sterminatore che si sdraiava sul mondo. Zitti! Tutti zitti!
Tutti i voli fermi. Mille e mille zampette dei minuscoli signori dei tronchi, mille e mille alette dei leggeri abitanti dell’aria profumata, fermi. Bloccati in un’allerta di attesa.

La luce negata. La luce velata. La luce imprigionata da un sortilegio malefico e affascinante.
Il sole d’agosto rapito da un demone. Il sole dell’11 agosto 1999.

Poi l’Angelo del Bene sorrise.
E tutto tornò come prima.

Ed io l’aspetto.

So che tornerà. E con lui la luce.


(by poetella)

 

 

 

.