2015-03-26 13.44.40

(foto di poetella)

 

 

Lei conosceva bene ormai le pieghe che potevano prendere i pensieri.
Quelli più  rigidi, acqua di lacrime per lisciarli, prima di riporli.
Quelli leggeri leggeri che bastava un po’ di vapore di speranza e si stendevano come raso azzurro.

Lei sapeva  far frusciare ogni nuovo tessuto d’amore, ogni sostanza  di sogno.
Sapeva scovare  buchetti di tarme, scartare, scegliere  ancora.
Sapeva drappeggiare nuovi sguardi o ripiegarli e metterli  via.
Aveva mani allenate a riconoscere il cachemire.
O la seta splendente. Oro liquido di certezze  e futuro.

Sapeva scegliere e sceglieva.
Sicura. Consapevole.

Senza più  padroni.


(By poetella )

..