Tag

, , , ,

Ecco che la casa è tutta silenziosa.
Ecco che comincia a parlare Debussy ai miei fantasmi irrequieti.
Ecco che carezza, che lambisce, che sfiora
Dimmi, dove posso mai andare per fuggire la malinconia?

Dove posso riscrivere il mio destino
con una penna d’oro
ammesso che qualcuno l’abbia già dispettosamente scritto
come sottrargli il quadernetto come scarabocchiarci su
quattro rigacce sghembe un bel pastrocchio nero
e via! Cancellare tutto. Riscriverlo seguendo uno schema
musicale – io adoro la musica! –
come posso fare, datemi consiglio voi che sapete
io non so, non so mai, non so più.
Io mi sono persa dietro una tenda nera
intrufolata e rimasta lì
oltre. In un mondo strano, sconosciuto e noioso
quanto noioso troppo noioso

ché non si sente il tuo respiro, né i tuoi passi

né la musica del tuo sorriso.

(by poetella)

(video di poetella)