Tag

, , , ,

.

e sì… era tanto che la cercavo, ma proprio di questo colore, ché ce ne sono di varie tonalità. Il piccolo fioraio sotto casa deve avermi letto nel pensiero, visto che stamattina… la mia tesorina era lì ad aspettarmi.

20150912_121555

(foto di poetella)

due parole dal web, per descriverla:

“Plumbago o Piombaggine o  pianta del piombo

( che poi… come mi chiamo io di cognome? potevo non averla?)

Arbusto rampicante caduco originario dell’Africa, alcune specie di plumbago sono originarie dell’Europa meridionale. Ha fusti sottili, semilegnosi, che possono raggiungere lunghezze prossime ai 1,5-2 metri, ma che solitamente vengono mantenuti più compatti con potature autunnali; le foglie sono ovali, abbastanza piccole, appuntite, di colore verde chiaro, sottili. Da giugno fino ai primi freddi produce numerose infiorescenze a ombrello costituite da fiorellini a trombetta, a cinque petali, di un caratteristico colore azzurro cielo. Si consiglia di potare la pianta alla fine della fioritura per ottenere una maggiore quantità di fiori l’estate successiva. La varietà alba ha fiori candidi, la cultivar Royal Cape ha fiori blu cobalto.”
.

.
si sa quanto piace a poetella quel colore, vero? Ormai lo sanno pure i sassi…
e adesso coccole a  profusione… diventerà grande e bellissima!
e poetella si consolerà…
.
.
.