Tag

, , , , , ,

non ti scordar di me.jpg(foto di poetella)

 

 

………………..Va bene, allora mettiti un po’ seduto e stammi a sentire. Ma sì, lo so che hai da fare. Le so le mille e mille cose che fai. Che facevi. Le fai ancora?non ti preoccupare. Non ti faccio perdere troppi minuti preziosi. Sarà che è passato così tanto tempo, troppo tempo, ma cos’è il tempo se non. No, il tempo non.  Come non che? Lo sai che voglio dire. Non e basta.

 

………………..Per cui, allora, mettiti un po’ seduto e stammi a sentire. Ché io ho davvero bisogno di parlarti, di raccontarti, di chiarire, sì, di chiarire, non è tutto chiaro, lo dici tu che è tutto chiaro. Per me non è chiaro per niente e sicuramente non lo sarà neanche dopo, ché tu, tanto, mica risponderai, mica ascolterai, mica aspetterai che passi l’angelo della rivelazione, tu no! Tu hai da fare, sempre avuto tanto da fare, tutta quella gente intorno, sempre donne, tutte sorelle, tutte colleghe, tutte amiche, tutte amanti. E la mamma.

 

…………..Comunque, se possibile, mettiti seduto e stammi a sentire.

Ché io devo liberarmi di queste ombre, di questi fantasmi,  di questi ricordi imbellettati, che mi basterebbe riuscire a guardare la verità in faccia e farle uno sberleffo, mi basterebbe dirmi una buona volte Guarda che a lui, di te, mai! Giuro! Basterebbe. Ok, me lo dico da me.

 

Se poi me lo dicessi tu, meglio. Allora? Che fai?

 

(by poetella)

.

.