(un video di poetella)

 

……………………………………………………………….……………. Caro amore

sarà un caso che, ascoltando questa Pavane pour une infante défunte di Ravel

mi lasci andare alla solita malinconia, quanti motivi, quante piccole punte di lancia

quanti ghirigori di dolore scavati incisi fitti fitti

quante sorsate amare, quante strade in salita, quanto deserto, quanto sole cattivo

troppo sole cattivo, quanti pesanti carichi da spostare, non dico sollevare, solo scansare

un po’

……………………………………………………………….……………. Caro amore

e non serve lo sfavillio delle begonie di nuovo al massimo

non serve la giornata limpida, l’assenza di doveri, l’aria piana e sgombra.

Certamente, sì, la struggente processione di note non aiuta o forse… Ho deciso, sai?

Sempre stata decisionista, io. Ho deciso di impastarmi in questa palude di ricordi

di annegarmi, di cercare persino, buffo? di nuotarci  dentro.

 

Se non fosse che non ho mai imparato a nuotare,

buona idea, no?

 

(by poetella)