Nel blog di Giovanni Baldaccini si parlava di stanze… e allora… ecco la mia

gocciole.jpg

(foto di poetella)

 

C’era quella stanza
……………… –  ricordi vero?
quella stanza che non spolveravo mai
non riordinavo, non aprivo armadi e sistemavo scatole
non posizionavo accuratamente soprammobili
………………………………………….. (non ce n’erano)
Quella stanza che era piena di sospiri
di sorrisi, anche qualche risata, a volte, via
quella stanza che non possedevo
era lei a possedermi a lusingarmi a brillare
della luce dei tuoi occhi specchiati nei miei
quella stanza senza musica piena della nostra musica
dove mi rifugio a volte senza esserci
dipinta sui vetri appannati (oggi piove e fa freddo) che forse
hanno memoria di me. E tu?
tu ti ricordi? risuona ancora la mia voce o la stanza è muta?

Tristemente, inesorabilmente, eternamente muta


(by poetella)