cappello-k04F-U433709614061714NE-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443Pierluigi Cappello

Da lontano

Qualche volta, piano piano, quando la notte
si raccoglie sulle nostre fronti e si riempie di silenzio,
e non c’è più posto per le parole
e a poco a poco si raddensa una dolcezza intorno
come una perla intorno al singolo grano di sabbia,
una lettera alla volta pronunciamo un nome amato
per comporre la sua figura; allora la notte diventa cielo
nella nostra bocca, e il nome amato un pane caldo, spezzato.

……………………………………….. (da Azzurro elementare)

 

…………………………………..come somiglia il suo pensare al mio

………………………………… e quanta dolcezza…

Aspetto la notte per pronunciare un nome amato e ricostruirmelo in cuore. Dolcemente. Teneramente. Mia fonte di grazia.

(by poetella)