20180308_165035.jpg

(foto di poetella)

.

…………………………………………  Finirla con l’eterno brontolio su com’era prima, com’eravamo, come questo, come quello. Tutto più puro, tutto più sicuro, tutto più vasto, più promettente.

Finirla con il girovagare tra ricordi, ti ricordi i cieli stellati di Todi, per dire, un’era geologica fa? Finirla col considerare che tanto ormai, ma non lo vedi come va tutto? Tanto ormai che cosa mai?

Finirla una volta per tutte con la paura del “e poi?” e “dopo come?” E “se non, poi?” Finirla.

…………………… ………………… Una buona volta finirla col tirarsi dietro castelli di carta timorosi del vento che s’infila dalle finestre. Chiuse.

Finirla con lo spaventarsi delle crepe sui muri o sul lato del pianoforte o sul viso. Finirla.

Possiamo farcela ancora. Sicuro. Tutto può ancora succedere

 

Tra poco è primavera

 

(by poetella)