si può suonare Debussy meglio di così?

adorooooooooooooooooooooooooo!

dal blog Mozart2006

” Uomo di profonda cultura, amante di Baudelaire, fu interprete passionale ed imprevedibile, con un virtuosismo basato su un tocco straordinariamente espressivo e pieno di poesia e su un fraseggio di assoluta libertá, capace di trascinare all´entusiasmo le platee piú ritrose. Fu interprete tra i massimi della storia di Chopin, Ravel e Debussy, ma il suo repertorio era molto piú vasto. Rappresentó una delle ultime incarnazioni dell´artista tutto genio e sregolatezza, dell´inteprete passionale che non teme di sembrare arbitrario, in una parola del grande tenore della tastiera.”

 

e buona domenica piovosa da

poetella

P.s.

per informazioni maggiori visitare il blog di Claudio

merita!

.