l'onda.jpg(foto di poetella)

.

Che tu sia benedetto amore

forsennato

tua selvaggia onda

tuo miracoloso vento 

fragore di tuono di temerari sogni.

 

Che tu sia benedetto

come il grano come l’erba

che cresce da sola e inverdisce i campi

come luce che abbaglia

e faro azzurrino che guida nella notte

Schiusa di petto – di respiro

allerta di gioia.

 

Ti disegno nella polvere di granito bianco

nel mio giardino zen di pensiero e sogno

a cerchi, a onde a strisce di fiato.

Ti progetto in petto

architetto del domani

Poi ti guardo come opera mia

 

E piango lacrime di luce. Felice. Guardami, tu. Piango e rido.

(by poetella)