7aa74980-c43b-4729-99dc-310a5160f845.jpg(foto di poetella).

 

In ognuno di questi salmodianti tic tac

dell’andare del tempo

se ne resta incrostato qualcosa di te

costruito di fiato e assenza

battito lento di cuore in pausa

 

e ti cerco – cerco l’azzurro in alto

oltre i gialli bruciati i verdi i bianchi

i rosa i rossi i viola di questa estate appena nata

e aspetto

aspetto che s’interrompa – uno slargo di vallata fresca –

aspetto che passi  – una sorsata d’acqua di fonte –

aspetto che se ne vada via

evapori

svanisca infranta su questa riva di desiderio che avvampa

e  non vuole imparare

né pazienza di seme né di baco o di boccio

 

Ignora lei l’immobilità di spazi popolati da lucenti stelle

(by poetella)