ripostiamo, va… che non c’ho tempo di scrivere

Poetella's Blog

coniglietto.jpg(foto di poetella)

 

Si eseguono rammendi invisibili.

Provare per credere.

Mai visti. Non qualcosa, neanche qualche impercettibile traccia della vecchia ferita

resta.

Quando poi si tratta di una stoffa particolare. Lo so, io.

Per dire, un tweed inglese. A mille colori.

I mille colori del tessuto aiutano a camuffare

le vecchie ferite.

 

Quanti colori hai tu, amore mio? E io?

Di che stoffa siamo?

Non mi pare si vedano rattoppi. È tutto ben messo.

Liscio. Ordinato.

Forse s’è riusciti a trasformare un antico danno in un vezzo, che so, un ricamo.

La stramatura del destino è diventata decoro distintivo. No?

Bravi. Proprio bravi.

Saper rammendare serve.

Mica lo so chi mi ha insegnato. E a te?

 

Il rumore delle forbici da cucito. Cicc cicc!

Guarda un po’ dove mi porta.

 

(by poetella)

View original post

Annunci