Lo stradone.jpg(foto di poetella – Lo stradone di Francesco Pecoraro)

.

Ho finito di leggere questo libro.

Entusiasta. E sapete che difficilmente m’entusiasmo, a meno di parlare di Antunes…

ma questo libro… Ah!

“Lo stradone”, un romanzo in cui prende vita un’illuminante avventura di conoscenza, attraverso le vicende di una vita, di un quartiere, di un intero secolo”

Si toccano temi come invecchiamento e conformismo, ideologie politiche e sogni e delusioni, e poi razzismo e sessismo, etnie in conflitto, il fantasma dell’integralismo islamico, il tutto con ironia, cinismo, nostalgia, umorismo, disincantata leggerezza. Il tutto da romano!

E quando il discorso si fa più denso, più approfondito, più “tecnico” improvvisamente, come calasse dall’alto, ecco un angelo buono ti fa sorridere, una frase in dialetto romanesco così vera e verace, così esplicativa dello spirito della gente comune che frequenta il bar di cui parla il protagonista, che proprio ti fa dire “che tu sia benedetto caro Francesco Pecoraro!

Che tu sia benedetto!”

Qui un’anteprima del romanzo, per chi volesse curiosare

 

P.s.

Ordinato anche il suo “La vita in tempo di pace”. Arriverà penso domani…

(by poetella)

 

Annunci