mare.jpg(foto di poetella)

.

 

Quanto tempo che non vedo il mare

che non guardo il suo intero mutare

che non seguo quell’andare e venire

– pensieri incostanti di sirene –

sconfinamenti quasi oltre il cielo silenzioso

cielo a rovescio più inquieto, insofferente

tutto parole fruscianti, misteri

singhiozzi

sospiri.

 

Sta laggiù, oltre i colli

ma anche di là – ricordo – l’ho visto

prigioniero – prigioniera io – dei tuoi occhi

 

(by poetella)