(foto di poetella)

Che poi basta, mi arrendo,

ché come si fa a dire l’indicibile, come si fa a dire cosa prova il fiore quando gli dai da bere 

e il delfino, il delfino quando con un salto esce dall’acqua e poi si rituffa nello schiamazzo delle onde.

Come si fa a dire cosa mi scoppia in petto ogni volta, ogni volta, ogni volta che affogo in quei tuoi occhi d’oceano

larghi di incontaminata voglia?

 

(by poetella)