Qualcuno l’ha riletto… e allora…
rileggiamolo (Comunque, a chi potesse, consiglierei l’ascolto…)

Poetella's Blog

(foto di poetella)

 

Ascolta poetella

 

 

Il giorno prima è diverso dal giorno dopo. Indubbiamente.

Il giorno prima è tutto un fare e fermarsi. Grossi respiri. Allerte.

Tutto irrequietezza.

Proviamo a contare le mollette dei panni. Pari? Dispari?

Si cercano segni. Rassicurazioni.

Il giorno prima è tutto vago. Tutto in allarme.

E se piovesse forte?se il diluvio? Una telefonata catastrofica?

Se non si riuscisse a.

Se ne succedesse uno, ne succedessero due, tre. Impedimenti. Problemi.

Impacci. Impicci. Garbugli.

 

Bah. Non pensarci.

Il giorno prima è tutto un non pensarci.

Vedrai. Andrà tutto liscio.

Niente calamità naturali. Neanche innaturali.

Ci si conforta. Ci si coccola. Si briga parecchio.

Fai questo. Fai quello.

 

Specchio delle mie brame, chi è la…

 

Ci si prepara. Ci si controlla.

Il giorno prima è sempre il primo giorno prima.

Non  ci si abitua.

Ma ci si vorrebbe abituare, forse? No, via…

View original post 23 altre parole