Qui la voce di poetella

2015-02-12 16.28.50.jpg(foto di poetella)

.

Quando mi chiami,

quando tagliuzzi lo spazio e il lontano, quando lasci andare a mani aperte le rondini nel mio cielo d’inverno, con quella tua voce di girasole, io, senti, mai, mai, mai quando mi chiami potrei continuare a fare quello che faccio, mai potrei continuare a dire quello che dico.

Quando mi chiami

devo fermarmi come ci si ferma se si sente rombare il  tuono e si guarda su, o fuori se si è chiusi in cucina o in camera  o chissà dove chiusi, farfalla imbozzolata, si guarda il cielo, fermi.

 

E s’aspetta.

(by poetella)

(roba vecchia, sempre attuale. Ma come si fa! Dico io… come si fa! Dopo così tanto tempo…)

.

.