(foto di poetella)

Che poi l’amore.

E il cercarsi e il richiedersi e il pretendersi. Lo scrutarsi, l’interrogarsi. E l’andare indietro e avanti nei giorni, negli anni. E progettare e condividere. E mi vuoi bene? E ti manco? E quanto? E quando?

Che poi l’amore.

E il volere sapere, e lo stare a domandare e cercare le risposte nel volo degli uccelli, nel moto delle onde, nel lancio delle due monete. E trovare le risposte che si cercano, non fa niente se verità. Non fa niente se realtà.

Sai che ti dico? Non mi importa dell’amore.

Mi basta il desiderio che ti fiammeggia sempre negli occhi quando mi guardi.

E il mio. Una sbornia.

(by poetella)