(foto dal web)

Perché vedi

se anche fossi stata con te fino a poco fa, ma sì, in uno dei nostri viaggi agli Iperborei, in una di quelle trasvolate transoceaniche che ti ritrovi dall’altra parte del mondo e non sai come ci sei arrivato,  se fossi stata immersa proprio fino a poco fa nella luce accecante di una sperduta galassia lontana anni luce da questa fragile, minuscola, vanitosa terra, questo granellino fluttuante nell’infinito dove volo inafferrabile con te, quando volo, con un movimento a spirale attraverso spazi inimmaginabili da mente umana

insomma, se io fossi stata fino a pochi minuti fa in quel turbine di colori dietro gli occhi chiusi, in quel turbine di profumi e suoni nel silenzio della tua stanza sigillata al mondo, se anche proprio da pochissimi istanti ne fossi uscita per tornare a camminare come una comune mortale sul rigido suolo terrestre

sarebbe scoppiata sicuramente la nostalgia

subito, dopo un attimo dalla porta chiusa,

dopo una frazione di attimo

scendendo le scale ancora col tuo profumo addosso

immediatamente. Per non lasciarmi.

Vivo permeata di nostalgia. Questo il fatto.

(by poetella)