Nelle piccole cose

che so, il filtro del rubinetto di cucina liberato dalle catene del calcare e il getto fragoroso dell’acqua. Canterina e libera. Il mio libero e canterino ascoltare l’Aria da capo delle Goldberg, nota per nota, pausa per pausa. Senza freni.

Nelle piccole cose

che so, l’armadietto del contatore del gas, in balcone, tutto pulito, buttate via cianfrusaglie, sacchetti di concime granulare vecchio di decenni e dimenticato, vasi di plastica di antichi trapianti di piante ormai morte, sostituite, mai rimpiante. I miei pensieri lavati, tutti puliti col ricordo di un ieri vicinissimo e stampato a marchio come un’omologazione per felicità.

Nelle piccole cose

che so, nei lenti preparativi rituali di una tisana depurativa al tarassaco e curcuma, nei lenti preparativi rituali dell’attesa di qualcosa che, tanto, prima o poi…

(Ecco. Tutto qui)

(by poetella)