(foto di poetella)

Immagino dovrò cominciare ad abituarmi

a quest’incertezza a questo vuoto che s’infittisce

a questo galleggiare affondando

nel mare di noia

e niente che si accenda

che vibri, che turbi, che mi canti

e niente che si possa aver voglia di ricordare.

Anche il cielo, oggi

è una pietra tombale.

Larga, piatta, grigia.

E la luna, chissà dove sia

(by poetella)