(foto dal web)

Quando ripenserò, quando ci ripenserò a quell’unica passeggiata

e ancora non si sapeva niente io di te, tu di me

quasi niente o forse già tutto, proprio tutto

e quando si sa tutto è un disastro

non si riesce più a fare gli estranei

e allora ci si stupisce di stupirsi e io mi stupivo, sempre mi stupivo e tu.

E come si fa a stupirsi se non si è estranei

se si sa tutto

quasi tutto

no, proprio tutto

non sapendo ancora quasi niente

non volendo sapere niente

ché il futuro fa sempre un po’ paura

solo che io non ho paura. È solo che non voglio.

Questa frase l’ha già detta qualcuno. Che poi è morto.

Ma quello era solo un romanzo. Questo no.

(by poetella