(foto di poetella)

Come un’isola quella montagna all’orizzonte. E la neve.

Li dove finisce il mio guardare. Lontano. E la neve. La neve!

Come avere all’orizzonte un piccolo Tibet, un’isola felice dove raccogliere le ultime speranze, prima che evaporino, o che si condensino in pioggia. Ce n’è stata di pioggia, ieri. Lavasse bene via tutto. Ce ne sarebbe da lavare.

E tu che non sei più tu. O forse no. Forse è solo un problema di vista.

Dov’è che mi s’è cominciata a confondere?

Dov’è che non ho visto più?

Continuo a guardare il mio Tibet e a traslarci i pensieri.

Cerco un punto di congiunzione con la pace.

E risposte. (che sciocca!)

(by poetella)