(foto di poetella)

E poi, sai

siamo tutti viandanti

chi in cammino, chi in corsa

chi in sosta

e si sosta stupiti, talvolta, certo

sospesi al vibrare

ancora e ancora di tanta bellezza

[ visto quel luccichio di foglie? E il rosso sfrontato dell’hibiscus?]

Allarghiamo, spalanchiamo il cuore

al tepore di questo maggio

allunghiamo il passo e la gioia.

È uno scampanio di festa

l’azzurro del cielo

e il prato trema d’amore

ci saltella il merlo, distrattamente

con allegria

Roteando maestoso s’innalza il gabbiano

solenne signore dell’aria

(by poetella)