(foto dal web)

Che poi se tu fossi morto

morto come un albero colpito dal fulmine

niente più fiori, niente più frutti

morto come il letto secco di un fiume prosciugato

riarso

evaporato

chissà dove

chissà perché, per chi

morto

morto

morto

senza più parole

senza braccia senza bocca senza occhi

se tu fossi morto

in un paio d’anni

(dicono)

elaborerei il lutto.

Mi darei pace.

Ma tu sei vivo. Gli altri lo sanno.

(by poetella)