(Henri Cartier-Bresson)

Ma in fondo dovrebbe essere questo che conta.

Stiamo relativamente bene

qualche piccolo acciacchetto dell’età

la casa bella

– anche se maledettamente scomoda, diciamolo –

poche rughe, ancora sette piani  a piedi senza troppo fiatone.

Se si volesse uscire si potrebbe.

Ma per andare dove? A fare che?

Questa bolla di silenzio e solitudine

questa prigionia. L’assedio del caldo

e la gente che ha deciso che si deve divertire

e fa finta di farlo.

E niente.

L’estate è un luogo insopportabile, per me. Potessi almeno sognare.

(by poetella)