Ecco, l’azzurro s’è fatto blu fondo.

Non si vedono stelle, mai stelle

quasi mai stelle a Roma

siamo poveri, intrappolati nelle luci artificiali

lucciole sotto un bicchiere.

Guardo fuori dal mio settimo piano

e il mondo è sparito.

Neanche la luna.

Vuoto e silenzio.

E dire che sicuramente le foglie della magnolia

giù di sotto

brillano distrattamente promettendo intonazioni inimmaginabili

come ti prometto io. Aspettami.

M’infilerò tra i tuoi desideri come un’aria.

(by poetella)